Il presente lavoro applica il telerilevamento e alcune tecniche GIS all'area antistante il litorale di Bibione (Provincia di Venezia, alto Mare Adriatico). Nella fattispecie, tramite procedure di georeferenziazione, digitalizzazione e sovrapposizione di carte storiche e di alcune immagini satellitari a media risoluzione, sono state messe in evidenza le principali zone di erosione e di accumulo nell'area allo studio. Tutte le diverse fonti cartografiche sono state georiferite nel sistema nazionale di coordinate. Le bande termiche dei sensori TM ed Aster hanno permesso di studiare il flusso delle correnti nell'area indagata. Attraverso le sovrapposizioni dei vari layer ottenuti dalle diverse procedure si è così delineata una possibile linea evolutiva della costiera in esame. I punti monitorati in loco sono stati trasformati in superficie batimetr ia e co sì co llegati alle immagini di superficie. Le analisi del profilo batimetrico così rese possibili hanno denunciato una certa convergenza di risultati per ciò che riguarda le zone di erosione ed accumulo realizzati sia attraverso le procedure GIS che attraverso il monitoraggio puntuale.

TELERILEVAMENTO E GIS PER LO STUDIO COSTIERO: VERIFICA DI ALCUNI CAMPIONAMENTI PUNTUALI

ROMEO R
2004

Abstract

Il presente lavoro applica il telerilevamento e alcune tecniche GIS all'area antistante il litorale di Bibione (Provincia di Venezia, alto Mare Adriatico). Nella fattispecie, tramite procedure di georeferenziazione, digitalizzazione e sovrapposizione di carte storiche e di alcune immagini satellitari a media risoluzione, sono state messe in evidenza le principali zone di erosione e di accumulo nell'area allo studio. Tutte le diverse fonti cartografiche sono state georiferite nel sistema nazionale di coordinate. Le bande termiche dei sensori TM ed Aster hanno permesso di studiare il flusso delle correnti nell'area indagata. Attraverso le sovrapposizioni dei vari layer ottenuti dalle diverse procedure si è così delineata una possibile linea evolutiva della costiera in esame. I punti monitorati in loco sono stati trasformati in superficie batimetr ia e co sì co llegati alle immagini di superficie. Le analisi del profilo batimetrico così rese possibili hanno denunciato una certa convergenza di risultati per ciò che riguarda le zone di erosione ed accumulo realizzati sia attraverso le procedure GIS che attraverso il monitoraggio puntuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.14083/4982
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact