3D reflection tomography allows the macro-model of complex geological structures to be reconstructed. In the usual approach, the spatial distribution of the velocity field is discretized by regular grids. This choice simplifies the development of the related software, but introduces two serious drawbacks: various domains of the model may be poorly covered, and a relevant mismatch between the grid and a complex velocity field may occur. So the tomographic inversion becomes unstable, unreliable and necessarily blurred. In this paper, we introduce an algorithm to adapt the grid to the available ray paths and to the velocity field in sequence: so we get irregular grids with a locally variable resolution. We can guide the grid fitting procedure interactively, if we are going to introduce some geological a priori information; otherwise, we define a fully automatic approach, which exploits the Delauny triangles and Voronoi polygons.

La tomografia a riflessione in 3D permette di ricostruire un macro modello di strutture geologiche complesse. Nell’approccio comune, la distribuzione spaziale del campo di velocità è discretizzata da grigie regolari. Questa scelta semplifica lo sviluppo del software relativo, ma introduce due inconvenienti seri: diversi domini del modello possono essere scarsamente coperti, e può esserci una notevole discrepanza tra la griglia ed un campo di velocità complesso. Così l’inversione tomografica diviene instabile, non attendibile, e necessariamente poco definita. In quest’articolo presentiamo un algoritmo per adattare la griglia in sequenza ai percorsi dei raggi a disposizione ed al campo di velocità.: così otteniamo griglie irregolari con una risoluzione localmente variabile. Possiamo guidare l’adattamento della griglia interattivamente, se vogliamo introdurre informazioni geologiche note a priori, o al contrario definiamo un approccio totalmente automatico , basato sui triangoli di Delauny ed i poligoni di Voronoi.

Adaptive regridding in 3-D reflection tomography

Bohm G;Rossi G;
1997

Abstract

La tomografia a riflessione in 3D permette di ricostruire un macro modello di strutture geologiche complesse. Nell’approccio comune, la distribuzione spaziale del campo di velocità è discretizzata da grigie regolari. Questa scelta semplifica lo sviluppo del software relativo, ma introduce due inconvenienti seri: diversi domini del modello possono essere scarsamente coperti, e può esserci una notevole discrepanza tra la griglia ed un campo di velocità complesso. Così l’inversione tomografica diviene instabile, non attendibile, e necessariamente poco definita. In quest’articolo presentiamo un algoritmo per adattare la griglia in sequenza ai percorsi dei raggi a disposizione ed al campo di velocità.: così otteniamo griglie irregolari con una risoluzione localmente variabile. Possiamo guidare l’adattamento della griglia interattivamente, se vogliamo introdurre informazioni geologiche note a priori, o al contrario definiamo un approccio totalmente automatico , basato sui triangoli di Delauny ed i poligoni di Voronoi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1997_AG_Adaptive.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non specificato
Dimensione 2.51 MB
Formato Adobe PDF
2.51 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.14083/4470
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact